Giarre

A Casa Thabit convivono 2 esperienze di accoglienza:

Sostegno nuclei monoparentali

Nasce a Giarre, in Sicilia, una nuova stella chiamata Casa…Casa tHabit

tHabit” che significa letteralmente “Colei che risorge”, è una stella della costellazione di Orione. Molteplici sono le ragioni che ci hanno condotti alla scelta di questo “nome”: vivere la dimensione del futuro, del guardare una stella che indica una via nuova: una vita che si ricostruisce.

Il progetto “tHabit: Questa è la mia casa” nasce dall’esperienza MetaCometa, da richieste che più volte sono giunte fino ai nostri canali, di accoglienza di famiglie monoparentali, e a cui oggi vogliamo dare risposta.

Ad oggi nel nostro condominio solidale vivono 3 nuclei monoparentali, in un ottica di amore, crescita condivisa e relazioni sincere.

In particolare, è una delle pochissime realtà italiane ad accogliere nuclei monoparentali PADRE – FIGLI.

 

Semi-Residenziale

Il servizio di accoglienza semiresidenziale Ghirigori&Puntac@po si rivolge a minori, segnalati dai Servizi Sociali territorialmente competenti o con provvedimento del Tribunale per i Minorenni, che vivono all’interno di famiglie problematiche. Il servizio nasce con l’obiettivo di  prendere in carico la famiglia nella sua completezza (genitori e figli), al fine di innescare processi di cambiamento e di crescita, valorizzando le risorse presenti per evitare l’allontanamento del minore dal nucleo familiare.

I ragazzi vengono accolti durante il giorno, accompagnati in ambito scolastico, seguiti nelle attività del tempo libero, nello spirito di famiglia e facendo riferimento al sistema preventivo di Don Bosco. Nel contempo l’obiettivo è assicurare supporto a tutto il nucleo familiare  per garantire continuità educativa e accompagnarlo nella costruzione di una rete sociale, che rappresenti un riferimento sul territorio.

Al fine di realizzare l’intervento educativo all’interno di un sistema integrato il servizio semiresidenziale comprende anche il servizio di educatore a scuola e l’inserimento delle figure genitoriali all’interno di gruppi di  auto-mutuo aiuto.