Casa Nazareth – Viagrande (CT)

Casa Nazareth rappresenta per la nostra associazione il luogo in cui il sogno ventennale assume i connotati “adulti”, nel quale possiamo pensare e sperimentarci in una nuova fase, quella in cui ciascuno di noi sentendosi pezzo di un grande sogno trova uno spazio “fisico e di relazione” in cui condividere, mettere in rete, trovare rifugio, sentirsi a CASA; in buona sostanza un vero e proprio un giro di boa. Vorremmo che questo luogo diventasse il luogo delle “relazioni”, fulcro attorno al quale ruota tutta l’esperienza associativa in termini di accoglienza, ma anche di crescita e soprattutto di fede personale e comunitaria.

Immaginiamo che a Casa Nazareth siano quattro le parole d’ordine; sono quelle dimensioni imprescindibili per una vita “piena” … piena di autonomia, piena di condivisione, piena di crescita, piena di slancio verso il futuro.

Le quattro dimensioni sono:

  1. Fraternita
  2. Accoglienza
  3. Lavoro
  4. Formazione

Per ciascuna di queste immaginiamo non solo percorsi, progetti, itinerari… ma anche luoghi fisici di Casa Nazareth che ci hanno certamente ispirato e continuano a “costringerci” a sognare. Così ogni passeggiata in questi luoghi apre spazi mentali e di cuore sempre più chiari, in una prospettiva non solo teorica ma anche pratica. È il luogo dei nostri figli, il luogo della speranza, della ripartenza, ma anche del ritorno. Siamo fortemente legati alla storia di questo posto, alle persone che hanno speso la loro vita a casa Nazareth e ci sentiamo “responsabili” di ciò che può e deve essere: un luogo con uno stile, un carisma, una identità chiara…. Salesiana! La nostra è una storia salesiana, le nostre radici profumano di Valdocco … e seppur nella diversità (culturale, etnica, religiosa) questo luogo può e deve essere un luogo profetico nel quale la diversità è vita, e la vita genera inevitabilmente altra vita… come da 200 anni a questa parte ci insegna il nostro Giovannino.

Certamente i lavori da fare, le forze da impiegare, le risorse da reperire non sono poche, ma crediamo fermamente che la Provvidenza, un po’ incoscienza, l’aiuto di Dio e la ferma convinzione che ogni cosa facciamo è opera dello Spirito ci aiuteranno a perseguire l’obiettivo.